.
Annunci online

  respublica [ Libero Pensiero per Libera Politica ]
         

RESPUBLICA
Chi sono?

Riformista, non idealista
Cristiano e laico, non laicista
Consapevole, non conformista
Capitalista, non comunista
Solidale, non compassionevole
Individualista, non egoista
Giurista, non formalista
Appassionato, non estremista
Bellucci, non Carlucci...

respublica@email.it



NON DIMENTICARE, MAI, TOMMY





Elezioni 2006. Io sono qui. E tu dove sei?


29 maggio 2006

1000 DISERZIONI

La notizia da noi non è passata.
La BBC in Inghilterra, invece, gli ha dato il peso che meritava.

Chissà, magari è stato così solo perché si parla della diserzione di 1.000 soldati inglesi, dall'inizio del conflitto iracheno.
Avete capito bene: ho scritto "diserzione". In U.k. si dice "to be absent without leave".

Inutile dire che chiunque preferirebbe assentarsi piuttosto che lasciarci le penne...
Il punto, però, è un altro.
La guerra in Iraq esiste ed è attuale ed è estremamente difficile, dura, sanguinosa.
Soprattutto, la guerra non cesserà dopo la nostra partenza da Nassirya.

Noi Italiani non annoveriamo diserzioni, tra le nostre fila.
Vittime si, ma questo è dovuto al fatto che siamo "collaterali" al teatro del conflitto armato. Siamo alleati logistici.

In questi giorni si discute di ritiro dall'Iraq.
A me pare che questo ritiro sia vissuto troppo egoisticamente. Come se si volesse far finta di non essere mai stati laggiù.
E' tipico delle sinistre estreme ed un po' irresponsabili.
E' pur sempre meglio delle scelte altrettanto irresponsabili di chi ci ha trascinati in questo conflitto, per mero opportunismo politico...

Eppure anche noi dovremo confrontarci con la memoria dei nostri caduti, civili e militari.
La sensazione è che dopo questo "ritiro", nella nostra società resteranno solo le macerie civiche e politiche di quest'avventura.
Un'avventura che è stata vissuta da una parte di noi usurpando il nome della Patria e dall'altra abusando del nome della Pace.

Tutto ciò, senza che nessuno abbia mai avuto l'onestà di dare il giusto nome alla nostra inguaribile vigliaccheria borghese.
---------------
"Borghese" è chiunque, in virtù del proprio stato di benessere e della pigrizia che consegua a tale stato, affronti le decisioni della vita, anche politica e collettiva, con leggerezza e senza sobrietà, quasi fosse un gioco a cui è divertente prendere parte...




permalink | inviato da il 29/5/2006 alle 21:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


sfoglia     aprile        giugno
 


Ultime cose
Il mio profilo



Il Termometro Politico
Mestiere di Scrivere
Le Interviste Barbariche
Zoopolitico
Weirdbis
Pensierivolanti
Ethos
AssociazioneMachiavelli
Arsenico
Robi
Atuttiquelliche
PA
Ossimoro
Garbo
Santaopposizione
L'Opinione di Fabio
Unpoliticallycorrect
Il Povero
Dorandopetri
Estremamente
Liberaliperisraele
Valeriopieroni
Invettiva
Lapetizione
In Calabria
Watchdogs
Giorgius
Il Laicista
Sergio Ragone
Invisigoth
Zonafranca
Talentosprecato
Nonsolorossi
Aldino
Raser
Arciprete
Sapere Aude
Emma Bonino
La Onda


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom